L'amore e le cure per gli animali con esperienza trentennale

Alimentazione del cane

 

L’ ALIMENTAZIONE DEL CANE

 

L’alimentazione del cane e’ un argomento dibattuto, dove si cimentano aziende produttrici di mangimi, alimentaristi, allevatori, proprietari pseudo esperti ed ovviamente veterinari.

Precisiamo innanzitutto che il cane non è il bidone della spazzatura di casa, da alimentare con gli avanzi, senza alcun criterio.
Usiamo il buon senso. Infatti, se dal nostro pasto avanza una bella bistecca, ovviamente rappresenta un cibo succulento e di ottima qualità per il nostro cane, quindi non va gettato, ma deve integrare un pasto completo di cereali, verdure e vitamine.

Dieta commerciale o casalinga?

E’ importante scegliere  subito se si vuole utilizzare una dieta commerciale oppure casalinga. Qual’ è la migliore?

Vanno bene entrambe, la differenza sta nella capacità di fornire tutti i giorni un pasto equilibrato, adatto alla razza, alle dimensioni, età, attività del cane.

alimentazione del caneAll’inizio della mia attività, oltre trenta anni fa,era frequente vedere cuccioli rachitici per carenze alimentari, mentre ora i cuccioli soprattutto di razze giganti soffrono spesso patologie muscolo-scheletriche da eccessiva alimentazione.

Spesso i cuccioli dispongono di tanto cibo di ottima qualità e  l’ accrescimento muscolare é imponente e veloce, e sia le ossa che le articolazioni non riescono a svilupparsi in modo proporzionale.

Ciò comporta spesso l’incapacità di sostenere l’ eccessivo peso senza subire gravi traumi articolari o deviazioni patologiche che possono rendere invalido il cane per sempre.
Le diete commerciali offrono tanti prodotti, formulati per tutte le necessità, a seconda della razza, età e taglia, oppure studiate per specifiche patologie.

Spesso i veterinari ne sollecitano l’uso. I vantaggi sono diversi: per il cane, perchè utilizza un alimento ben bilanciato; per il proprietario perchè non deve preoccuparsi di cucinare o preparare il cibo.

 

alimentazione del caneIo consiglio di utilizzare le crochette,che garantiscono un apporto di vitamine migliore, a differenza dei cibi in scatola, in cui le vitamine termolabili ( A,D, E ), vengono inattivate dal calore della pastorizzazione. Inoltre non si seccano e non attirano insetti come i cibi umidi in genere.

Alimentazione del cane non commerciale

LE DIETE CASALINGHE DEVONO TENERE CONTO CHE IL CANE è UN CARNIVORO, E CHE IL PASTO DEVE CONTENERE CIRCA IL 40% DI CARNE O AFFINI ( PESCE, UOVA ECC..)CHE APPORTANO LE PROTEINE; UN 30% CIRCA DI RISO O PASTA STRACOTTI E PESATI PRIMA DELLA COTTURA CHE FORNISCONO I CARBOIDRATI; IL 24% CIRCA DI VERDURE ( CAROTE, ZUCCHINE, MELANZANE ECC.) EVITANDO L’ USO ABITUALE DELLE VERDURE A FOGLIA LARGA, PERCHE’ POSSONO INDURRE CARENZE DI CALCIO; 2% DI LIEVITO DI BIRRA ( QUELLO PER PANIFICAZIONE), 2% DI OLIO DI SEMI ( è MEGLIO DI QUELLO D’ OLIVA, PERCHE’ A PIU’ ALTO CONTENUTO DI ACIDI GRASSI UTILI PER IL MANTELLO ), 2% DI UN COMPLESSO VITAMINICO COMPLETO.
QUESTA E’ UNA DIETA INDICATIVA, DA UTILIZZARE CON TANTO BUON SENSO, CONSIDERANDO CHE IL RISO PUO’ ESSERE SOSTITUITO DALLA PASTA E NON DALLA CARNE, E LA CARNE NON DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE FILETTO O MACINATO MAGRO, MA PUO’ LASCIARE SPAZIO ANCHE A PARTI DI MINOR PREGIO ( NON IL FEGATO CHE NON E’ CARNE! ).

Sconsiglio carne e uova crude per il rischio di contrarre malattie importanti  che la cottura può evitare.

Non abituate il cane a mendicare cibo fuoriorario e luogo perchè diventa impossibile capire quantificare la dieta giornaliera.

Alimentare invece presso la sua cuccia due volte al di per gli adulti, e 3 o 4 per il cucciolo.

Parlatene col vostro veterinario di fiducia per una personalizzazione della dieta, perchè una corretta alimentazione è un’ ottima base per una vita sana e lunga.

(Visited 152 times, 1 visits today)